LAB 03 : Comunità resilienti per città sostenibili

Chairman:

Descrizione:

Giovedì 14 ottobre 2021,
Sala Lab
14.00-15.30

Costruire il collegamento tra le comunità e l’ambiente che li circonda, rendendole partecipi, può contribuire a pianificare e gestire città sostenibili. Questo in linea anche con gli obiettivi dei “Sustainable Development Goals” (SDGs) dell’Agenda 2030, in particolare con il goal 11 “Città e comunità sostenibili”. In particolare, il goal mira a salvaguardare e rendere accessibile il patrimonio culturale e naturale evidenziando come questi sono funzionali al benessere della comunità e alla qualità della vita urbana e, quindi, possono essere considerati dei “beni comuni urbani” alla cui produzione, rigenerazione e cura devono concorrere Istituzioni e comunità.
In questo contesto interessanti sono le iniziative che nel corso di questi anni sono riuscite a ridare nuova vita a luoghi culturali abbandonati o poco conosciuti. Si tratta di iniziative che sono riuscite, con mille difficoltà, ad avviare un processo di innovazione sociale che si sostanzia nel dare una risposta concreta al dovere costituzionale di tutelare il paesaggio ed il patrimonio culturale della Nazione, garantendo occupazione e sostenibilità economica.
Questi processi di innovazione sociale, risultano rilevanti nelle modalità con cui si trovano le soluzioni per rispondere ai bisogni di tipo sociale, ed in particolare nella capacità di incrementare i processi partecipativi e di empowerment delle comunità. In questo senso l’innovazione sociale può essere interpretata come un processo di creazione collettiva in cui i membri di una comunità inventano e ridefiniscono nuove regole.
Si manifesta, quindi, la necessità di esplorare quali sono gli strumenti e le politiche che possono essere di supporto alla costruzione condivisa di una città sostenibile. Obiettivo del Lab è quello di un confronto su strumenti, processi ed approcci collaborativi capaci di costruire il collegamento tra le comunità e l’ambiente che li circonda, rendendole partecipi della sua pianificazione, valorizzazione e gestione. Questo per realizzare quanto dichiarato dal New European Bauhaus: ovvero costruire insieme spazi di vita più belli, sostenibili ed inclusivi.

Parole chiave: innovazione sociale, patrimonio culturale e ambientale, beni comuni, sostenibilità

Chair
Stefano Consiglio – Università Federico II
Discussant
Eleonora Giovene di Girasole – CNR IRISS

Si confrontano:
Fernando Christian Iaione – Luiss
Nicola Ferrigni – Link Campus University
Caterina Arcidiacono – Membro ENCP
Fortuna Procentese – Università Federico II
Enrico Eraldo Bertacchini – Università di Torino

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email
Nessun risultato