LAB 14 : Mobilità sostenibile e Transizione energetica

Chairman:

Descrizione:

venerdì 15 ottobre
Sala Lab
ore 14:30 – 16:00

Non vi è dubbio che il tema della mobilità sostenibile presenti, nel quadro più generale dei percorsi verso la transizione energetica, un particolare livello di complessità e di multidimensionalità, al quale è necessario accostarsi con approcci interdisciplinari integrati. I sistemi di mobilità stressano forse più di ogni altro sistema energetico gli ecosistemi in termini di varietà e molteplicità delle tipologie e delle scale dell’impatto ambientale, dal livello locale responsabile della qualità degli ambienti urbani al livello planetario proprio delle emissioni climalteranti e dell’utilizzo di materie prime “critiche”. La mobilità si sviluppa su livelli intermodali che richiedono soluzioni integrate, in grado di garantire la funzionalità dei sistemi di trasporto ottimizzando al contempo prestazioni ambientali e sostenibilità economica. La mobilità si sta dimostrando un efficace banco di prova per i nuovi modelli della “performance economy”, che sposta l’attenzione dal possesso di un bene alla fruizione di un servizio. Forme e strutture degli ambienti antropizzati, in primis le città, devono essere ripensati per assecondare le nuove tendenze della mobilità. In questo quadro così articolato, la transizione ecologica non lascia spazio a ideologismi, semplificazioni o scorciatoie, ma richiede integrazione di competenze ed elaborazioni che sappiano fronteggiare le urgenze tenendo nel dovuto conto la complessità. Il Laboratorio si propone, attraverso il contributo di studiosi e operatori di elevata qualificazione e di diversa provenienza, di delineare alcune traiettorie di sviluppo e, soprattutto, un metodo di lavoro.

Chair Piero Salatino, Università Federico II
Discussant Maria Cerreta,  Università Federico II

Intervengono
Bianca  Vaglieco, STEMS CNR
Armando Cartenì, Università Vanvitelli
Elio Jannelli, Università Parthenope

Dopo una breve introduzione di inquadramento generale del Chairman, il laboratorio si svilupperà nella forma di tavola rotonda moderata dal Chairman e dal Discussant con un primo round di interventi di 10 minuti circa per ciascun partecipante, assistiti dall’utilizzo di alcune slides (si suggerisce di non eccedere le 8 slides), e un secondo round di brevi repliche/integrazioni stimolate dalla discussione.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email
Nessun risultato