TALK 20 – Telemedicina e sostenibilità sistemica

Descrizione:

Martedì 11 ottobre
Sala 4 – Uniba
Ore 16:30 – 19:00 

Il progetto di Ricerca proposto da Società Italiana Telemedicina su iniziativa del Presidente Nazionale Prof. Antonio Vittorino Gaddi, e pienamente condiviso da Università Aldo Moro di Bari, Politecnico di Bari e Forum GreenBlueDays, si propone di valutare l’impatto sistemico a livello di sostenibilità clinica, ambientale, economica, infrastrutturale e sociale dei sistemi di Medicina Digitale che è oggi possibile introdurre in svariati settings socio-sanitari (a partire dalle soluzioni di televisita e telemonitoraggio fino alla teleriabilitazione e alle digital therapeutics). La discussione si svolgerà tenendo in considerazione le condizioni e le variabili complessivamente ad oggi esistenti, ma alla luce dei cambiamenti indotti dalle nuove linee guida in telemedicina, dal PNRR, dal PNC; dalle nuove esigenze formative e organizzative a beneficio dell’intera collettività; nonché considerando l’opportunità e la congruità della progressiva introduzione di nuove tecnologie applicate alla Salute e alla Medicina, e valutando gli effetti che potranno derivare dall’innovazione di prodotto e processo rivolta alla mitigazione dei rischi climatici e dell’impatto ambientale dei Sistemi Sanitari.
Si desidera quindi sviluppare un modello di tipo non solo clinico ma anche amministrativo, sociale, procedurale, tecnologico, che permetta di:

  • calcolare e dichiarare gli effetti benefici delle prassi di telemedicina al netto degli effetti di maggiore consumo di energia e gestione delle risorse;
  • riconoscere e sperimentare le pratiche di telemedicina più consone e più vantaggiose (tra le tante prassi e protocolli ci possono essere tante tonalità di  grigio in merito al peso specifico netto di risparmi/aggravi sulla sostenibilità ambientale e sulla sostenibilità sistemica più ampia);
  • comprendere gli ambiti di immediato interesse e di maggiore impatto (Cronicità, Fragilità, Comorbilità) e anche aprire alla possibilità di studi osservazionali e ricerche sul campo inerenti il trattamento delle Malattie Rare e la nuova frontiera dei Digital Decentralised Clinical Trials;

Focus primario della Ricerca non è lo sviluppo aprioristico della Sanità Digitalizzata, ma raggiungere il giusto tasso di sostituzione e il migliore possibile equilibrio tra Salute Digitale (intesa nei suoi differenti componenti, in una prospettiva di efficienza ed efficacia della prevenzione, delle risorse di diagnosi, cura e terapia, infine di minori costi futuri della cura) e gestione tradizionale (visite in presenza, spostamento fisico verso strutture dedicate, ricoveri, etc). Si tratta quindi di misurazioni e modelli di tipo non solo clinico/sanitario ma anche di ordine informatico, telematico, ingegneristico, legale, procedurale, organizzativo e naturalmente con un peso rilevante agli aspetti di salvaguardia ambientale con metriche legate a valori e parametri fisici e chimici.
Obiettivo è anche quello di far partecipare attivamente le Residenze Sanitarie all’innovazione globale della Sanità dettata dal PNRR in ottica di sanità territoriale diffusa. Un punto di contatto cruciale sarà – su questo tema – la relazione sinergica da definire e perseguire tra le Centrali Operative Territoriali (COT) e le Case di Comunità (CdC) come introdotte e normate dai regolamenti attuativi del PNRR, da un lato, ed il reticolato di strutture residenziali preesistenti, dall’altro, unitamente all’ecosistema di aziende impegnate nell’ideazione, produzione e distribuzione di soluzioni tecnologiche accessibili e certificate per la Medicina Digitale.

Introduzione a cura di Dottor Maurizio Cipolla – Segretario generale e rappresentanza della SIT (società italiana telemedicine)
Discussant: Avvocato Chiara Rabbito – avvocato presso la SIT

Presentazione scenario:
Vittorio Antonino Gaddi – SIT Presidente Nazionale
Francesco Gabbrielli – Direttore del National Centre for Telemedicine & New Healthcare Technologies, ISS Nuove Tecnologie Assistenziali
Sebastiano Capurso – Presidente Nazionale Anaste
Alice Borghini – AGENAS
Sergio Bertolucci – CERN (da remoto)
Marco Manca – SCImPULSE Foundation

Presentazione Progetto di Ricerca e Accordo Quadro “RSA, Telemedicina e Sostenibilità”
Maria Grazia Modena – Professore ordinario dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia (da remoto)
Francesco Bux – SIT Pres.Commissione Regionale Puglia
Giuseppe Stipa – Linee Guida Telemedicina Commissioni SIT (da remoto)
Pietro Gareri – SIT Geriatra e Coor. Comm. Regionali SIT (da remoto)
Guerino Carnevale – SIT Pres. Commissione Regionale Sicilia
Giuseppe Pirlo – Professore Ordinario dell’Università degli studi di Bari “Aldo Moro” (da remoto)
Filippo Attivissimo – Professore ordinario presso il Dipartimento di Energie elettrice ed informazione del Politecnico di Bari
Gianluigi De Gennaro – Professore presso  l’Università degli studi di Bari “Aldo Moro”
Aldo Mauro – Associazione Italiana Ingegneria Clinica AIIC
Sarah Ungaro / Andrea Lisi – ANORC
Maria Giulia Mazzoni-Dir. Resp. eHealth e Residenze Sanitarie

Presentazione progetti esemplari:
“RSA DIFFUSA e Gestione della Sanità Territoriale”
Paolo Di Bugno – Presidente Novamedica
Renato Zaccaria – Università di Genova (da remoto)

“Ecocardiografia e realtà aumentata”
Nicoletta Lorusso – Predict Healthcare

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Nessun risultato